Punti patente

Esame recupero punti

Ogni patente nasce con 20 punti iniziali, questo punteggio può variare a seconda delle infrazioni o “buona condotta” alla guida; infatti ogni qual volta vengono commessi infrazioni avviene una perdita di punti in base alla gravità dell’infrazione commessa. Se per 2 anni non si commettono infrazioni, i punti tolti vengono recuperati nella totalità.

Chi invece possiede tutti i 20 punti, si vedrà aggiungere 2 punti ogni 2 anni fino ad un massimo di 30 punti.
I neopatentati “virtuosi” invece avranno un punto ulteriore all’anno, oltre i 2 punti consueti ogni due anni.

Come la patente B, anche la CQC è soggetta a un meccanismo di punti in base alle infrazioni commesse ed il totale azzeramento di questi composta all’ esame di revisione della patente.

E’ possibile riacquisire i punti persi mediante l’ esame di recupero punti al quale si accede solo con avvenuta comunicazione da parte del Dipartimento dei Trasporti Terrestri.

Ogni comunicazione ricevuta permette di seguire un solo corso. Per le patenti B si effettua un corso di 12 ore con frequenza massima di 2 ore al giorno e deve completarsi entro le 2 settimane dall’inizio di tale corso. Per le patenti superiori le ora di frequenza sono 18, 20 per la CQC e prevedono un max di 3 ore giornaliere di lezione e 4 settimane per terminare il corso. Tramite questi corsi si recuperano 6, 9 e 9 punti.
Al termine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza e verrà data comunicazione al Centro Elaborazione Dati del Dipartimento Trasporti.

Share by: